Product Specification

  • CPU: Intel Core i9 12900H (6P, 8E core)
  • RAM: 32GB DDR5-4800
  • GPU: NVIDIA GeForce RTX 3060
  • Schermo: LCD da 15,6 pollici, 16:9, 1440p con aggiornamento a 240Hz
  • Memoria: SSD PCIe 4.0 da 1 TB
  • Dimensioni e peso: 13,94 (L) x 10,2 (P) x 1,07 (A) pollici, 5,07 libbre più 1,9 libbre power brick
  • Dimensioni della batteria: 90 Wh
  • Porte: due USB 3.2 Gen 1 tipo A, una USB 3.2 Gen 2 tipo C, una Thunderbolt 4 (con alimentazione), HDMI 2.1 completo, Ethernet, jack per cuffie, ingresso CC

Pros

  • Ottimo schermo e altoparlanti
  • Look esagerati
  • Porti generosi
  • Enorme potenza di gioco

Cons

  • Nessuna webcam
  • Durata della batteria terribile
Get in Now!

Progetta e costruisci

Dalla sua livrea asimmetrica al suo enorme e sinistro logo RGB luminoso e alla tastiera semitrasparente, lo Scar è un laptop da gioco imperturbabile. E dovrebbe essere: a $ 2500 al dettaglio, che non è affatto vicino alla versione più costosa, la nostra unità di prova si colloca saldamente nel livello più alto dell’hardware per laptop da gioco.

The Scar non è sottovalutato in alcun modo e questo include le sue dimensioni. Con uno spessore di oltre un pollice e un pelo di oltre cinque libbre, è tra le macchine da 15 pollici più grandi e pesanti anche nella categoria dei giochi. Questo compromesso gli consente di avere un enorme sistema di raffreddamento (con scarico su tre lati!), sette diverse zone di illuminazione RGB sulla parte superiore della tastiera, altoparlanti bassi e accesso al miglior hardware disponibile sul mercato.

Un altro elemento fisico distintivo è la Keystone. Questa è una chiave USB separata con una connessione proprietaria che è possibile collegare a una varietà di funzioni. Puoi avviare app specifiche quando viene inserita o bloccare automaticamente il laptop quando viene rimosso. È anche possibile collegare l’accesso a una cartella di file semi-segreta… anche se poiché questo è legato al sistema Armoury Crate proprietario di Asus, la sua utilità è limitata. Il Keystone è visivamente interessante, ma la sua effettiva utilità è limitata al salvataggio di alcuni tasti a meno che tu non abbia un’altra macchina Asus con una porta Keystone. E che tipo di giocatore potrebbe avere due macchine del genere nella stessa casa?

The Scar include anche due frontalini extra per la grande sezione “ROG” del cardine nella confezione, offrendoti la possibilità di scegliere tra nero opaco, argento e traslucido, quest’ultimo abbinato al lato destro della tastiera. È un bel tocco, ma del tutto decorativo. Mi sarebbe piaciuto vedere un’opzione rossa per abbinare l’accento distintivo della Keystone.

Tastiera e trackpad

La tastiera di Scar non è particolarmente sorprendente o scadente. È un design a membrana convenzionale, nonostante le dimensioni generose del laptop, e la sua illuminazione RGB per tasto è utile anche se avrai paura di immergerti nel programma Armory Crate per regolarlo. Il touchpad è grande, ampio e perfettamente centrato, ottimo per spostarti comodamente sullo schermo ad alta risoluzione quando sei senza mouse.

Recensione di Asus ROG Strix Scar 15 (2022)

Nonostante le grandi dimensioni, Asus pone l’area dei 10 tasti come funzione condizionale del touchpad, abilitata premendo a lungo il segno discreto NumLK. Anche se non mi mancano particolarmente le chiavi fisiche, dubito che chiunque tenga davvero ad avere un’area a 10 tasti preferirà questa soluzione, che manca di una risposta tattile per un rapido inserimento dei dati. Questa è una scelta più specifica su un laptop da gioco di grandi dimensioni che avrebbe potuto adattarsi a una tastiera completa, al contrario degli slinky Zenbook da cui ha avuto origine.

Nonostante l’omissione di un 10 tasti, ci sono pulsanti multimediali dedicati e alcuni extra per gestire facilmente il laptop. L’accesso con un solo pulsante a microfono muto, modalità di velocità della ventola e Armory Crate è un uso intelligente dello spazio disponibile. In genere mi è piaciuto il design visivo semitrasparente della tastiera stessa (molto caratteristico!), ma avrei potuto fare a meno di un disco costantemente lampeggiante per leggere la luce proprio sotto lo schermo.

Recensione di Asus ROG Strix Scar 15 (2022)

Schermo

Lo schermo della Cicatrice non fa nulla di troppo fuori dall’ordinario, ma è comunque un punto culminante del design. La nostra unità di prova è stata fornita con un pannello IPS 2560 × 1440 con una frequenza di aggiornamento di 240 Hz (300 Hz è disponibile se stai bene con 1080p). I colori sono accurati e incredibilmente luminosi per un pannello IPS, reso ancora più sorprendente da una cornice da 4 mm su tre lati. Una piccola quantità di ombra è visibile negli angoli inferiori.

Data la scelta, sceglierei ogni volta una risoluzione più alta e una frequenza di aggiornamento più bassa. Non solo i giochi avranno un aspetto migliore, ma sarai in grado di svolgere un lavoro più convenzionale in Windows e sfruttare davvero lo spazio fisico. Gli aspiranti concorrenti di e-sport non saranno d’accordo con me, ovviamente.

Anche se non detronerà un pannello OLED, lo schermo della Scar è abbastanza impressionante da poter vendere la macchina per te rispetto ad altri modelli.

Prestazione

La nostra unità di prova ha favorito la CPU con il suo Core i9 12900H quasi top di gamma, con 14 core totali, 20 thread e una frequenza massima di 5 GHz anche. La GPU non è così urlante, ma l’RTX 3060 è ancora più in testa al gruppo che al centro. Tutto ciò è supportato da 32 GB di memoria DDR5 a 4800 Mhz e un SSD PCIe 4.0 da 1 TB.

Se sei così incline, la memoria e lo spazio di archiviazione sono riparabili dall’utente, anche se non è un compito facile con 11 viti e un cavo di illuminazione a LED da rimuovere. Ma ci sono due slot SODIMM e due slot M.2 con cui puoi giocare se riesci a gestirlo.

Ma basta con le sciocchezze: veniamo ai numeri. Nel test Cinebench R20 ad alta intensità di CPU, l’unica macchina che abbiamo testato in grado di battere Scar è l’MSI GE76 Raider, caricato con una CPU identica e una scheda grafica 3080 Ti più potente. Uno spettacolo impressionante.

Nei test a thread singolo, anche la Scar è stata impressionante, sebbene non così dominante come nel test multi-thread. È prevedibile, data l’architettura a 16 core dell’i9-12900H.

Nel nostro test di codifica del freno a mano standard, convertendo un intero film da MKV a MP4, Scar prevedibilmente ha dominato, essendo battuto solo dai laptop con lo stesso processore top di gamma.

Prestazioni di gioco

The Scar include un RTX 3060 con 150 watt di potenza grafica totale. Non è la GPU discreta più incredibile sul mercato per laptop, né la più scatenata per potenza totale, ma è comunque in cima alle classifiche.

Sul benchmark Metro Exodus estremamente impegnativo, Scar è riuscito a raggiungere 38 frame al secondo, mettendolo al centro del pacchetto per i laptop recenti e praticamente in linea con la concorrenza. Si noti che, con un risultato leggermente anomalo, l’XPG Xenia 15 KC è riuscito a batterlo di pochi frame nonostante un RTX 3070 funzionasse con una potenza nominale leggermente inferiore.

Nel nostro benchmark Rise of the Tomb Raider, Scar ha gestito 121 frame al secondo, a metà del pacchetto per laptop da gioco di fascia alta. Considerando la GPU, questo risultato è a dir poco sorprendente. Stai ottenendo i tuoi soldi.

Durata della batteria

Lo Scar è un grande laptop con una grande batteria: 90 wattora. Ma nonostante l’enorme capacità e mitigazione come la grafica integrata Xe alternativa, la macchina ottiene una durata della batteria prevedibilmente scarsa in linea con i soliti laptop da gioco. Nel nostro test della batteria 4K in loop standard, è durato poco più di tre ore in modalità prestazioni e non proprio sei ore e mezza nella modalità “silenziosa” meno intensa. Questo è in media di 4,75 ore.

Sicuramente vorrai portare quel mattone di un cavo di alimentazione con te se hai intenzione di giocare in movimento. Se limiti le tue attività a una navigazione e a un video più banali, potresti aspettarti di ottenere fino a sette ore dalla Cicatrice, purché mantieni lo spettacolo di luci al minimo. Funzionale, ma tutt’altro che impressionante rispetto a design più banali.

Conclusione

Il ROG Strix Scar 15 ha un valore decente e una fantastica esperienza multimediale grazie a uno schermo super luminoso e altoparlanti solidi. Potrei fare a meno di alcuni aspetti fisici del design come lo scarico con sfiato laterale e il Keystone per lo più non necessario. L’omissione di una webcam, anche di base, è particolarmente difficile per chiunque voglia occasionalmente svolgere un po' di lavoro sul proprio laptop da gioco. A meno che tu non sia un grande fan dell’estetica certamente affascinante, ci sono scelte migliori là fuori.

Leonardo
Ho 20 anni, sono un consulente SEO e prima ancora un appassionato di tecnologia ,sono uno scrittore di contenuti profondamente interessato all'industria dei giochi