Product Specification

  • Dimensioni dello schermo: 31,5 pollici
  • Risoluzione: 3840×2160 (Ultra HD)
  • Tipo di pannello: IPS
  • Frequenza di aggiornamento: 144 Hz
  • Tempo di risposta: 2ms (GtG)
  • Porte: DisplayPort 1.4, 2x HDMI 2.1

Pros

  • Alta densità di pixel, colori uniformi
  • Ampia gamma di colori Adobe RGB con modalità di emulazione sRGB
  • DisplayHDR 600
  • Buona velocità dei tempi di risposta
  • Un sacco di funzioni, tra cui VRR + MBR fino a 144 Hz

Cons

  • Il design manca dell'opzione pivot
  • Caro
Get in Now!

Il BenQ Mobiuz EX3210U è un altro monitor da gioco IPS da 32″ 4K 144Hz con un’ampia gamma di colori, FreeSync, HDR e HDMI 2.1; tuttavia, offre anche alcune funzionalità uniche e premium: ecco come si confronta con le sue alternative.

Qualità dell’immagine

Grazie alla retroilluminazione potenziata con punti quantici, BenQ EX3210U ha un’ampia gamma di colori che copre il 99% dello spazio colore Adobe RGB e il 98% dello spazio colore DCI-P3, che equivale a circa il 150% della dimensione della gamma sRGB.

Di conseguenza, ottieni colori saturi e vivaci, soprattutto quando si tratta di colori blu, verde e ciano. È disponibile anche una modalità di emulazione sRGB, nel caso in cui si desideri ridurre la gamma a circa il 100% di sRGB per una migliore precisione.

Il pannello IPS del monitor garantisce inoltre una riproduzione uniforme dei colori e ampi angoli di visione di 178°, in modo che l’immagine rimanga precisa indipendentemente dall’angolazione con cui guardi lo schermo.

Ora, mentre la modalità sRGB ha una calibrazione di fabbrica decente, la gamma 2.2 preimpostata nella modalità Standard/Personalizzata è troppo alta sulla maggior parte delle unità, con conseguente aumento dei neri. Quindi, cambiare la gamma in “2.0” potrebbe fornire risultati migliori, più vicini all’obiettivo 2.2. Puoi utilizzare la calibrazione gamma di Lagom per vedere come si comporta il tuo modello particolare.

BenQ EX3210U

Quindi, se si desidera utilizzare il monitor per lavori in cui il colore è critico, sarà necessario un colorimetro per una corretta calibrazione e profilatura.

Un altro problema diffuso con il monitor BenQ EX3210U è la luminosità di picco SDR, che varia da 250 nits a 280 nits, a seconda dell’unità, meno dei 300 nits specificati.

Per molti utenti, anche 250 nit saranno troppo luminosi, ma se ti trovi in ​​una stanza con un’illuminazione particolarmente forte, il monitor potrebbe essere troppo scuro per te anche con l’impostazione di luminosità più alta in quanto non sarà in grado di superare l’abbagliamento.

Il rapporto di contrasto statico ammonta a 1.000:1, come previsto da un pannello IPS, quindi non otterrai neri così profondi come quelli dei pannelli VA o OLED. È presente anche un po' di bagliore IPS, che è un altro inconveniente atteso di questa tecnologia del pannello. La sua intensità varia da unità a unità, ma è gestibile nella maggior parte dei casi.

Andando avanti, la risoluzione 4K UHD ti offre molto spazio sullo schermo con dettagli nitidi e testo sullo schermo visualizzabile da 31,5″ del monitor grazie all’elevata densità di pixel di circa 140 PPI (pixel per pollice).

Tieni presente che 4K UHD è piuttosto impegnativo per CPU e GPU, quindi assicurati che il tuo sistema sia in grado di gestirlo.

Quando si tratta di contenuti HDR, BenQ EX3210U ottiene un aumento della luminosità di picco fino a 600 nit per luci intense e può sfruttare al meglio la sua ampia gamma di colori. Tuttavia, il rapporto di contrasto mediocre frena l’esperienza visiva complessiva.

Esiste una soluzione di attenuazione locale che può aiutare con il rapporto di contrasto, ma poiché ci sono solo 16 zone sull’intero schermo, solo le scene HDR con oggetti luminosi e scuri distanti avranno un aspetto migliore dell’SDR. In breve, non otterrai la vera esperienza di visualizzazione HDR, che richiede l’attenuazione locale dell’array completo o la tecnologia OLED.

Prestazione

Il BenQ EX3210U ha quattro modalità overdrive del tempo di risposta chiamate AMA (Advanced Motion Accelerator), che vanno dal livello 0 al livello 3.

Raccomandiamo di attenersi alla modalità di livello 2 predefinita poiché il livello 3 introduce molto ghosting inverso.

C’è una traccia visibile dietro gli oggetti in rapido movimento, ma non disturberà la maggior parte degli utenti. Non vedrai alcuna sbavatura di livello scuro associata a display del pannello VA notevolmente più lenti.

Se stai principalmente giocando a sparatutto in prima persona competitivi, potresti trovare fastidiosa la quantità di ghosting, soprattutto se sei abituato a uno schermo più veloce, ma un monitor 4K da 32″ non è comunque adatto per giochi seri e frenetici .

Sul lato positivo, l’input lag è basso con circa 4 ms di ritardo, il che è impercettibile.

La frequenza di aggiornamento variabile (VRR) è supportata con la certificazione AMD FreeSync Premium Pro per una migliore mappatura della gamma e dei toni nei giochi compatibili se disponi di una GPU Radeon.

Nel caso in cui tu abbia una GPU GeForce, VRR è supportato tramite la modalità “G-SYNC Compatible” e ottieni prestazioni fluide e senza strappi fino a 144 FPS nonostante il monitor non abbia la certificazione NVIDIA ufficiale.

Il BenQ EX3210U supporta anche Motion Blur Reduction, che utilizza la retroilluminazione stroboscopica per ridurre la sfocatura da movimento percepita a scapito della luminosità dell’immagine. Può essere attivato contemporaneamente a VRR, ma la frequenza di aggiornamento deve essere superiore a 120 Hz.

Infine, la retroilluminazione del monitor è priva di sfarfallio (a meno che la riduzione sfocatura non sia abilitata) e c’è un filtro luce blu basso integrato.

Caratteristiche

Sotto la cornice inferiore dello schermo, c’è un joystick direzionale per una navigazione facile e veloce attraverso il menu OSD (On-Screen Display). Ottieni anche un telecomando con accesso alle funzioni e alle regolazioni più importanti.

Le caratteristiche di gioco degne di nota includono Black eQualizer e Light Tuner per una migliore visibilità nelle scene più scure. Oltre alle regolazioni standard dell’immagine, come luminosità, contrasto e temperatura del colore, si ottengono anche le impostazioni di gamma (da 1,8 a 2,6), Vividezza colore e nitidezza.

C’è un sensore integrato che può regolare automaticamente la luminosità dello schermo in base all’illuminazione ambientale tramite la tecnologia Brightness Intelligence Plus di BenQ, che può essere utilizzata insieme all’HDR tramite la funzione HDRi.

Troverai anche quattro strisce LED RGB sul retro del monitor con effetti di colore e pattern personalizzabili, ma i LED non sono abbastanza potenti da riflettersi sulla parete e creare un’illuminazione d’atmosfera.

Design e connettività

Il supporto del monitor è robusto e offre una buona gamma di ergonomia, inclusa la regolazione dell’altezza fino a 100 mm, l’inclinazione di -5°/15°, la rotazione di +/- 15° e la compatibilità con il montaggio VESA 100x100 mm, ma nessuna opzione di rotazione.

Lo schermo ha un rivestimento antiriflesso opaco chiaro che previene i riflessi senza rendere l’immagine troppo sgranata.

Le opzioni di connettività sono abbondanti e includono due porte HDMI 2.1 con larghezza di banda completa di 48 Gbps, DisplayPort 1.4 con DSC, un jack per cuffie, un hub USB 3.0 quad e due altoparlanti integrati da 2 W con un subwoofer da 5 W. Gli altoparlanti offrono una qualità audio decente per un monitor, ma non sono buoni come gli altoparlanti economici dedicati.

C’è anche un microfono integrato con cancellazione attiva del rumore e un indicatore LED che mostra quando il microfono è in uso.

Conclusione

Nel complesso, il BenQ EX3210U è un discreto monitor IPS da 32″ 4K 144Hz.

Tuttavia, le sue caratteristiche per lo più ingannevoli, come il microfono e i sensori integrati, l’audio integrato a 2.1 canali e il telecomando aggiungono un prezzo elevato al prezzo, ma gli aspetti più importanti sono poco brillanti, tra cui la calibrazione di fabbrica e la luminosità SDR di picco. Sono disponibili anche modelli migliori ma più economici.

Leonardo
Ho 20 anni, sono un consulente SEO e prima ancora un appassionato di tecnologia ,sono uno scrittore di contenuti profondamente interessato all'industria dei giochi