Le 7 Migliori Microfoni per Pianoforte del 2022 [ Classifica ]


Le 7 Migliori Microfoni per Pianoforte del 2022 [ Classifica ]
Le 7 Migliori Microfoni per Pianoforte del 2022 [ Classifica ] (Image: © Migliori Tech | Fatti guidare all'acquisto!)

Al giorno d’oggi, è improbabile che ti imbatti facilmente in una sessione di registrazione in cui viene registrato un pianoforte. La maggior parte dei produttori preferirebbe utilizzare un VST o registrare un pianoforte a coda elettrico.

Tuttavia, indipendentemente da ciò che la tecnologia ha da offrire in sostituzione, a volte è necessario registrare un vero pianoforte acustico.

Uno di questi casi è quando si registra una performance al pianoforte. Un altro scenario in cui non vorresti scendere a compromessi è se devi registrare un’orchestra dal vivo.

Registrare un pianoforte è speciale in molti modi. Il pianoforte è uno degli strumenti con la più ampia gamma di frequenze. La bassa frequenza di un pianoforte è di soli 26 Hz, mentre le frequenze più alte si estendono oltre il normale udito umano, oltre i 20 kHz.

Qualsiasi microfono in grado di catturare tale intervallo deve essere speciale. Questo articolo ti fornisce un elenco dei 7 migliori microfoni per la registrazione di pianoforte.

Our Top 3 Recommendations

Best Pick MXL 770 MXL 770

Il microfono è solido e dura più a lungo facilmente

Diagramma polare cardioide ideale per pianoforti

Ampia gamma dinamica

Most Popular Shure SM57 Shure SM57

Microfono molto resistente con quasi tutte le parti sostituibili

Adeguato per riprese ravvicinate grazie al design flat top

Alto SPL significa che può gestire volumi molto alti senza distorsioni

Budget Pick Rode NT5 Rode NT5

L'ampia gamma di frequenze garantisce una registrazione accurata delle frequenze molto alte e basse

L'effetto di prossimità è ben gestito.

Il microfono ravvicinato è più facile grazie al design dell'NT5

Le 7 Migliori Microfoni per Pianoforte del 2022 [ Classifica ] Summary

Image Model Price
MXL 770 MXL 770 See On Amazon
Shure SM57 Shure SM57 See On Amazon
Rode NT5 Rode NT5 See On Amazon
AKG Pro Audio C414 XLS AKG Pro Audio C414 XLS See On Amazon
Rode M5 Rode M5 See On Amazon
Neumann U87 Ai Stereo Neumann U87 Ai Stereo See On Amazon
Sennheiser MKH 8020 Sennheiser MKH 8020 See On Amazon

Le 7 Migliori Microfoni per Pianoforte del 2022 [ Classifica ] At a Glance:

Le 7 Migliori Microfoni per Pianoforte del 2022 [ Classifica ] Reviews

MXL 770 (Image credit: Amazon)

MXL 770

REASONS TO BUY

Il microfono è solido e dura più a lungo facilmente

Diagramma polare cardioide ideale per pianoforti

Ampia gamma dinamica

REASONS TO AVOID

Limite di frequenza inferiore a 30 Hz non sufficientemente basso; i pianoforti possono arrivare fino a 26Hz.

L’MXL 770 è un robusto microfono cardioide a condensatore con prestazioni impressionanti. Penso che la cosa migliore di questo microfono sia il preamplificatore FET che gli consente di fornire un’ampia gamma di risposta.

L’MXL 770 ha un aspetto solido, il che è buono per un uso a lungo termine. Sfoggia una griglia nera con un corpo nero e una fascia dorata a forma di cerchio sottile attorno ad essa. Presenta inoltre il pattern polare cardioide e la scritta MXL 770 in oro. Nel complesso, riesce a sembrare semplice, solido ed elegante allo stesso tempo.

L’MXL 770 è un condensatore cardioide con preamplificatore FET. Questo preamplificatore offre al microfono un’ampia gamma dinamica per catturare efficacemente il suono del pianoforte. È uno dei motivi per cui abbiamo scelto questa MXL.

Il diaframma piccolo assicura inoltre che non vi siano distorsioni con registrazioni ad alto volume.

Puoi essere certo di registrazioni pulite anche in condizioni di microfonazione ravvicinata del pianoforte. È dotato di un interruttore pad da 10 db.

Non credo davvero sarà necessario quando si registra un pianoforte, perché potrebbe avere un effetto negativo sul suono fuori asse, che è altrettanto importante.

Inoltre, l’interruttore di riduzione dei bassi a 150 Hz non sarà così utile nelle registrazioni di pianoforte, poiché potrebbe essere necessario acquisire frequenze fino a 26 Hz.

È un microfono a condensatore a gradiente di pressione, che lo rende efficace nel catturare il suono fuori asse. Inoltre, un SPL di 137db significa che l’MXL 770 può gestire volumi elevati a distanza ravvicinata.

Questo è importante perché i volumi del pianoforte possono diventare molto alti, ad esempio, quando i tasti dell’ottava inferiore vengono premuti con una certa forza per ottenere l’effetto.

Shure SM57 (Image credit: Amazon)

Shure SM57

REASONS TO BUY

Microfono molto resistente con quasi tutte le parti sostituibili

Adeguato per riprese ravvicinate grazie al design flat top

Alto SPL significa che può gestire volumi molto alti senza distorsioni

REASONS TO AVOID

La gamma di frequenza più alta di 15000 Hz

Sì, l**‘SM57** è in questa lista. Questo microfono è ciò che io chiamo la leggenda che è riuscita dove anche i condensatori hanno fallito.

Certo è un microfono direzionale, ma con un posizionamento accurato, puoi ottenere registrazioni di pianoforte migliori con questo che con alcuni microfoni a condensatore. Questo è uno dei buoni microfoni che possono essere usati per le voci fuori campo.

L’SM57 ha un design stretto, realizzato con materiale resistente in grado di resistere a poche gocce. Inoltre, la maggior parte delle parti esterne sono sostituibili. Quindi, con il tuo SM57, sei a posto per anni. Il design si distingue davvero; è raro vedere un microfono come questo.

La testa ha la griglia coperta ai lati dal coperchio superiore, che si adatta comodamente alla corporatura snella, che diventa ancora più snella man mano che si avvicina alla base.

L’SM57 può gestire volumi estremamente elevati a distanza ravvicinata, ecco perché è la scelta preferita per le registrazioni di batteria e ottoni.

Questa caratteristica è ugualmente importante durante la registrazione di un pianoforte, perché il microfono vicino avrà bisogno di una rappresentazione accurata del volume alto, senza distorsioni.

Inoltre, il microfono ravvicinato sarà molto più semplice con l’SM57 perché il design flat top consente di posizionare il microfono il più vicino possibile al pianoforte.

La gamma di frequenza va da 40Hz a 15000 Hz, che sulla carta sembra non raggiungere le cifre richieste; sia le basse che le alte frequenze.

Rode NT5 (Image credit: Amazon)

Rode NT5

REASONS TO BUY

L'ampia gamma di frequenze garantisce una registrazione accurata delle frequenze molto alte e basse

L'effetto di prossimità è ben gestito.

Il microfono ravvicinato è più facile grazie al design dell'NT5

REASONS TO AVOID

Soggetto a graffi

A prima vista, si ha l’impressione che il Rode NT5 sia un microfono tecnologicamente avanzato. Bene, lo è e sembra anche la parte.

La finitura interamente in metallo con la testa della griglia piatta dello stesso colore ti dà davvero la sensazione che Rode faccia affari con questo. È appositamente progettato per catturare il suono del campo stereo.

La struttura sottile del corpo facilita il montaggio; e per microfonare un pianoforte, puoi avvicinare nt5 quanto vuoi; basta includere un supporto antiurto per ridurre le vibrazioni.

L’NT5 utilizza alimentazione phantom fino a 18v e può essere collegato tramite cavi XLR. Non è dotato di interruttori pad o roll-off, che comunque non sono realmente necessari in una registrazione di pianoforte.

Il Rode NT5 ha una gamma di frequenze davvero impressionante. Le cifre ufficiali sono comprese tra 20 Hz e 20000 Hz, ma le basse frequenze si estendono ben al di sotto. Questo microfono può catturare frequenze fino a 10 Hz.

Questo da solo lo rende una scelta eccellente per la registrazione di pianoforte. Se vuoi la migliore produzione, registrala in stereo usando due Rode NT5.

Con un SPL di 143db, non devi preoccuparti della distorsione dovuta al microfono ravvicinato. Sebbene la risposta alle basse frequenze si estenda fino a 10 Hz, non devi preoccuparti dell’accumulo di bassi dovuto all’effetto di prossimità.

L’elevata sensibilità aiuta anche a garantire che i suoni del pianoforte fuori asse siano ben registrati. Con tale sensibilità e SPL, ottieni una buona combinazione di acquisizione del suono delicata e possibilità ad alto volume, senza sacrificare l’una per l’altra.

La risposta in frequenza complessiva è piuttosto piatta, con un’alta frequenza ben temperata che riproduce accuratamente tutta l’aria e i movimenti transitori del pianoforte.

AKG Pro Audio C414 XLS (Image credit: Amazon)

AKG Pro Audio C414 XLS

REASONS TO BUY

Libertà di scelta tra 5 diversi modelli polari.

Dona calore e chiarezza

REASONS TO AVOID

La ripresa ravvicinata può essere difficile da ottenere

L’AKG C414 sta diventando una leggenda. È in circolazione da tutto il tempo che chiunque può ricordare e i produttori continuano a reinventare il prodotto con la nuova tecnologia.

Questo microfono è il migliore in ogni singola generazione da quando è stato introdotto. La cosa più interessante dell’AKG C414 è che è molto versatile; adattabile per scopi diversi, ma batte comunque i marchi di microfoni specializzati sul proprio territorio.

Di fronte al microfono dalla parte anteriore, sembra un esagono. La variante XLS ha una griglia argentata, con un prestito inciso in argento.

Una delle caratteristiche più popolari di questo microfono è la libertà che ti dà di passare da un massimo di cinque diversi schemi polari. Questo può essere particolarmente utile quando si registra un pianoforte.

Puoi scegliere uno schema polare che funzioni meglio con la tua configurazione attuale; quanti topi hai e come li posizioni.

Per il massimo effetto e il monitoraggio dell’asse, il modello polare omnidirezionale dovrebbe essere la soluzione migliore. L’unico problema che potresti avere è configurarlo per il microfono ravvicinato, che è spesso necessario quando si registra un pianoforte. Se riesci a sistemarlo, sei a posto.

La gamma di risposta in frequenza è la più ampia che troverai sulla maggior parte dei microfoni in questi giorni; 20Hz -20000Hz. Questa gamma è abbastanza buona per avere una registrazione di pianoforte completa poiché il minimo che tu possa mai raggiungere è di circa 26Hz.

Naturalmente, le frequenze più alte del pianoforte possono estendersi oltre il limite dei 20 kHz, ma non è udibile per gli esseri umani, quindi va bene.

La cosa migliore dell’AKG C414 XLS in termini di qualità del suono è il modo in cui combina calore e chiarezza. La maggior parte dei microfoni sacrifica l’uno per l’altro.

Durante una registrazione per pianoforte, puoi goderti la ricchezza che deriva da quell’ottava appena prima del Do centrale e anche il nitido e il formicolio delle ottave più alte. Con un SPL di 134db, non dovresti preoccuparti di catturare un suono privo di distorsioni, anche con un microfono ravvicinato.

Ha anche interruttori per lo spegnimento delle basse frequenze e diversi livelli di riempimento, ma se stai registrando un pianoforte, questi interruttori potrebbero fare più male che bene alla tua registrazione.

Un roll-off del basso può privare il tuo materiale registrato della ricchezza che dovrebbe avere nelle ottave inferiori. Un pad può anche influenzare negativamente il suono fuori asse. L’unico interruttore di cui potresti aver bisogno è l’interruttore del diagramma polare, che devi usare con attenzione.

Rode M5 (Image credit: Amazon)

Rode M5

REASONS TO BUY

Facile da installare molto vicino al pianoforte.

Disponibile in coppie abbinate (buono per la registrazione stereo)

REASONS TO AVOID

Un leggero urto intorno alla 5a ottava potrebbe non essere gradito in alcune situazioni

Questa è una delle recenti aggiunte alla famiglia di microfoni a diaframma piccolo Rode. Si crede comunemente che Rode abbia realizzato l’M5 come una versione meno costosa dell’NT5. Li abbiamo esaminati entrambi nei nostri post precedenti.

A dire il vero, è simile all’NT5 in diversi modi, ma ti assicuro che non suona a buon mercato. Per ora, è venduto in coppia abbinata, il che è perfetto se hai intenzione di registrare pianoforti con loro.

La Rode M5 è una bellezza nera a forma di capsula che stupisce così bene il design stretto di Rode personalizzato. L’unicità del suo design sta nelle sue dimensioni. Con una lunghezza di soli 10 cm, è più corto della maggior parte dei microfoni di design simile. È anche largo 2 cm.

Queste dimensioni rendono molto più facile impostare l’M5 per la registrazione di pianoforte. È più facile avere un microfono molto ravvicinato di parti importanti del pianoforte.

Il corpo del Rode M5 non ha interruttori per togliere nulla o interruttori dei pad, il che è positivo perché la registrazione del pianoforte non ha comunque molto uso per quelli.

Inoltre, quando acquisti una coppia abbinata, puoi essere certo che la differenza di sensibilità non può essere superiore a 1db.

Parlando di riprese ravvicinate, è possibile. Hai problemi di distorsione quando il pianista batte forte una nota e il suono prodotto è molto forte.

Questa particolare preoccupazione fa sì che alcuni ingegneri abbiano un pilota in ingresso per evitare che il suono si distorca. Con Rode M5, non devi preoccuparti di questo.

Questo microfono ha abbastanza SPL per soddisfare qualsiasi volume il pianista ha in serbo. Con un SPL di 140db, non hai nulla di cui preoccuparti.

Inoltre, la gamma di frequenza da 20Hz a 20kHz è sufficientemente ampia da soddisfare tutte le frequenze di cui hai bisogno dal tuo pianoforte.

Sebbene il leggero aumento intorno a 7kHz possa introdurre una piccola presenza circa due ottave sopra il Do centrale, la risposta è per lo più piatta.

Inoltre, c’è un leggero calo percepito in dB ai due estremi della gamma di frequenza, che non dovrebbe essere un problema per il 99% delle esibizioni al pianoforte.

Il restante 1% è per i pianisti a cui piace concludere il loro pezzo o esibizione con un successo sulle note dell’ottava più bassa o più alta (penso che andranno bene).

Neumann U87 Ai Stereo (Image credit: Amazon)

Neumann U87 Ai Stereo

REASONS TO BUY

Microfono altamente sensibile che cattura tutto il necessario.

Le basse frequenze ben definite lo rendono adatto per la registrazione di pianoforte a gamma completa

REASONS TO AVOID

L'installazione potrebbe essere un po' complicata a causa del peso e delle dimensioni

Se oggi ricevessi un’e-mail che dice “Registrare un concerto in Australia. Vola giù con il tuo microfono preferito. (Ecco la fattura del tuo anticipo).” Senza sapere esattamente cosa registrerò, il microfono che mi viene in mente per primo è il Neumann U87 Ai.

Questo microfono è così versatile che, indipendentemente da ciò che stai registrando, non puoi ottenere un risultato negativo. Il peggio che puoi ottenere dall’U87 Ai è una buona registrazione. Il meglio che puoi ottenere è strabiliante.

Questo è il motivo per cui il Neumann è in questa lista. Con la lunga storia di cambiamenti nel design e nell’ingegneria, anche se gli elementi principali rimangono in gran parte gli stessi, l’U87 è un microfono che penso che ogni produttore dovrebbe usare almeno una volta.

Non sorprende che la maggior parte dei microfoni di alta classe siano regolarmente confrontati con l’U87. “Oh, c’è un nuovo microfono fuori, ed è fantastico!” “Beh, va bene, ma è buono come l’U87?” È così che vanno la maggior parte delle conversazioni quando si parla di un nuovo microfono sul mercato.

L’U87Ai è un microfono da 500 g, con una lunghezza di 200 mm e un diametro di 56 mm. Pesa circa mezzo chilo. È facilmente riconoscibile per la griglia e l’albero color nichel/argento. Questo microfono ti offre un’opzione aggiuntiva di pad da 10 dB e un roll-off a bassa frequenza.

Tuttavia, devi essere sicuro che non avrai bisogno di quelle ottave più basse se eliminerai le basse frequenze. È collegato tramite un cavo XLR situato nella parte inferiore del microfono.

La gamma di frequenza dell’U87 Ai va da 20 Hz a 20 kHz, ma in realtà sembra che sia di più. La sensibilità ha molto a che fare con questo. Se registri un pianoforte a coda con questo Neumann, puoi praticamente sentire il soffio dell’aria mentre i martelli colpiscono le corde del pianoforte.

Ascoltare questo è stato un gentile promemoria del fatto che il pianoforte è uno strumento a corde. Inoltre, i transitori sono ben rappresentati qui.

La risposta in frequenza mostra un leggero calo nelle frequenze limite, ma ciò che fa principalmente è frenare il potenziale boom o luminosità in eccesso che derivano da queste frequenze limite.

La risposta dei bassi a tutto tondo e la gamma media chiaramente definita rendono questo microfono una scelta fantastica per la registrazione di pianoforte.

Sennheiser MKH 8020 (Image credit: Amazon)

Sennheiser MKH 8020

REASONS TO BUY

La gamma di frequenze molto ampia cattura l'ambiente in modo efficace

Effetto di prossimità minimo o nullo

REASONS TO AVOID

Il microfono potrebbe registrare un rombo indesiderato dalle basse frequenze

Quando ho visto per la prima volta le specifiche di questo microfono, ho detto: “non è possibile che sia stato creato solo per la musica”. Dopo ulteriori ricerche, è emerso che i sound designer li usano per registrare la natura e altri suoni della vita reale.

Il Sennheiser MKH 8020 ha un design modulare. Ciò significa che le parti esterne sono più simili a parti diverse fuse in una (in senso positivo). L’esterno è rivestito in materiale Next non riflettente.

Questo tipo di finitura conferisce al microfono un aspetto opaco e un tocco di pelle scamosciata morbida e delicata per completare il tutto.

Al di là dell’estetica, questa finitura rende il microfono resistente a graffi e segni di sfregamento. Ha una forma cilindrica stretta che può essere facilmente montata in modo discreto.

Prima di tutto, controlla questa gamma di frequenza: da 10 Hz a 60.000 Hz! Massiccio vero?

Ora, come pensi che sarebbe quando usato per registrare un pianoforte? Ti starai chiedendo perché abbiamo bisogno di una gamma di frequenze così ampia quando non possiamo comunque ascoltarla. Potresti avere ragione.

Tuttavia, c’è un modo in cui microfoni come questo catturano l’atmosfera e l’acustica dentro e intorno allo strumento. A volte, potrebbe sembrare di vedere i martelli muoversi all’interno del pianoforte. Potrebbe essere così drammatico.

Questo è il tipo di microfono che mostra una differenza molto udibile tra file audio non compressi e compressi. Le basse frequenze sono ferme, le alte frequenze nitide e non vi è alcun effetto di prossimità. Inoltre, le prestazioni fuori asse sono sorprendenti.

Quali sono le cose da considerare quando si sceglie un microfono per pianoforte?

Qui, non ti dirò cosa comprare o meno, ma ti farò sapere cosa guadagnerai (o perderai) scegliendo determinati tipi di microfoni.

Microfono a condensatore o dinamico

Un microfono dinamico potrebbe trovare un po' difficile catturare le frequenze molto alte del pianoforte. Il motivo è che la maggior parte dei microfoni dinamici non è in grado di catturare i transienti in modo accurato. I suoni del pianoforte dipendono molto dai movimenti dell’aria, specialmente a quelle frequenze più alte.

La relazione tra il suono della nota reale e i clic percussivi potrebbe essere travisata.

Tuttavia, dovresti anche sapere che questo non è vincolante per tutti i microfoni dinamici. In effetti, ingegneri di registrazione di fama mondiale hanno registrato con successo pianoforti con microfoni dinamici.

Ma i microfoni a condensatore sono i migliori per la registrazione di pianoforte in quanto hanno un’elevata sensibilità e offrono una buona copertura di frequenza sull’intero spettro.

Risposta fuori asse

Quando si registra il pianoforte, la maggior parte del suono che si desidera catturare è fuori asse. Ciò significa che qualsiasi microfono che non funziona bene con il suono fuori asse potrebbe non essere la scelta migliore per la registrazione di pianoforte.

Hai bisogno di un microfono che rappresenti il ​​suono fuori asse compensando qualsiasi differenza di volume percepita.

Effetto di prossimità

Alcuni microfoni diventano davvero rimbombanti quando la sorgente sonora è molto vicina. Per una registrazione di pianoforte, è importante utilizzare un microfono ravvicinato. Questo rende l’effetto di prossimità una questione importante.

Non vuoi che il suono del tuo pianoforte sia dappertutto con le basse frequenze.

I microfoni omnidirezionali sono solitamente i microfoni di riferimento per questo motivo. Tuttavia, ci sono altri tipi di microfoni che gestiscono abbastanza bene la vicinanza ravvicinata.

Frequently Asked Questions

Come microfonare un pianoforte a coda?

Per microfonare un pianoforte a coda, non esiste una “taglia unica”. La tecnica del microfono che dovresti usare sarà determinata dal ruolo del pianoforte in quella musica.

Ecco cosa intendo: per una registrazione di musica classica, avrai bisogno di una gamma sonora più completa, probabilmente un po' dolce sulle ottave più basse e lieve su quelle più alte.

D’altra parte, se stai registrando un pianoforte per musica pop o rock, potresti aver bisogno di un po' di attenuazione delle basse frequenze, perché quelle frequenze più basse potrebbero non essere così necessarie.

Tuttavia, ci sono alcune regole generali che puoi applicare come punto di partenza, semplificando così l’intero processo. Come si suol dire, due teste sono meglio di una. Nel gergo della registrazione di pianoforte, possiamo dire “due testine microfoniche sono meglio di una”. Quando si registra il pianoforte con due microfoni, si ottiene un panorama sonoro più ampio con un buon effetto stereo; ancora meglio se i microfoni sono leggermente angolati l’uno dall’altro.

Leonardo
Ho 20 anni, sono un consulente SEO e prima ancora un appassionato di tecnologia ,sono uno scrittore di contenuti profondamente interessato all'industria dei giochi
BACK TO TOP