Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 7 7700X del 2023


Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 7 7700X del 2023
Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 7 7700X del 2023 (Image: © Migliori Tech | Fatti guidare all'acquisto!)

Potrebbe essere la terza CPU Zen4 più potente, ma il 7700X è attualmente il campione di gioco di AM5. Costa 100 euro in meno rispetto all’acclamato Core i9-12900K, ma a malapena lo segue o addirittura lo raggiunge nei giochi a 1080p, dove la potenza di elaborazione conta di più. Vuoi ottenere la migliore scheda madre per Ryzen 7 7700X senza spendere troppo? Allora dai un’occhiata alle nostre migliori scelte!

L’alto costo della piattaforma è una delle legittime critiche di Zen4. Il passaggio a una presa basata su LGA richiede nuove schede madri e RAM DDR5 allo stesso modo.

Tuttavia, solo perché la nuova piattaforma rende possibile qualcosa non significa che ne avrai bisogno o lo utilizzerai mai. La nostra guida si concentra sulle schede di fascia media ed entry-level che non ostacolano in alcun modo il 7700X fornendo al contempo tutte le funzionalità necessarie per sperimentare il salto generazionale come previsto da AMD.

I Nostri 3 Migliori Consigli

Scelta Migliore Gigabyte B650E AORUS Master Gigabyte B650E AORUS Master

Eccellente qualità costruttiva e raffreddamento

Quattro slot PCIe 5.0 M.2

Eccezionali connessioni interne e I/O

Più Popolare MSI MPG B650 Carbon WiFi MSI MPG B650 Carbon WiFi

Migliore selezione USB rispetto al B650E Master

Occupa fino a dieci unità di archiviazione

Solido VRM e raffreddamento

Scelta del Budget MSI MAG B650M Mortar WiFi MSI MAG B650M Mortar WiFi

Conveniente

Minime concessioni dovute alle dimensioni ridotte

Selezione versatile della porta I/O

Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 7 7700X del 2023 Summary

Image Model Price
Gigabyte B650E AORUS Master Gigabyte B650E AORUS Master See On Amazon
MSI MPG B650 Carbon WiFi MSI MPG B650 Carbon WiFi See On Amazon
MSI MAG B650M Mortar WiFi MSI MAG B650M Mortar WiFi See On Amazon
ASRock X670E Steel Legend ASRock X670E Steel Legend See On Amazon
Gigabyte X670 AORUS Elite AX Gigabyte X670 AORUS Elite AX See On Amazon

Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 7 7700X del 2023 At a Glance:

Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 7 7700X del 2023 Reviews

Gigabyte B650E AORUS Master (Image credit: Amazon)

Gigabyte B650E AORUS Master

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: ATX | Velocità di memoria: 6600 MHz | RAM massima: 128 GB | Prese M.2: 4 | Audio: Realtek ALC1220-VB

REASONS TO BUY

Eccellente qualità costruttiva e raffreddamento

Quattro slot PCIe 5.0 M.2

Eccezionali connessioni interne e I/O

REASONS TO AVOID

Popolando tutti e quattro gli slot M.2 si riduce il potenziale della GPU

Il formato B650E offusca lo standard tra fascia alta e fascia media. I Mobo in questa categoria hanno più corsie PCIe 5.0 rispetto a X670, ma mancano del numero massimo di USB e SATA della piattaforma più avanzata. Anche i loro prezzi si sovrappongono, il che rende la decisione di acquisto ancora più confusa.

La B650E AORUS Master di Gigabyte è la migliore scheda madre per Ryzen 7 7700X se stai cercando molto di ciò che X670E ha da offrire senza il sovrapprezzo. Ha l’eccezionale VRM di livello superiore, supporta molto spazio di archiviazione di nuova generazione e ha un’eccellente qualità costruttiva.

Sebbene sottomessa per adattarsi all’estetica del 2022, la B650E AORUS Master è facilmente identificabile come una scheda Gigabyte. Il logo del falco illuminato e un sacco di armatura che è in parte nero spazzolato e in parte argento lo danno via. Una piastra posteriore grigio canna di fucile aggiunge una rigidità sostanziale mentre raccoglie parte del gioco termico e rende più facile la maneggevolezza.

Nonostante inizi con una B, questo Master è in grado di overclockare quanto la sua controparte X670E. La soluzione VRM è perfetta, con 16+2+2 fasi. La maggioranza orientata alla CPU emette uno sbalorditivo 105A per fase, rendendo anche l’ambiente circostante il 7950X fresco e a malapena tassato.

I dissipatori di calore alettati devono costare molto da realizzare poiché non li trovi qui. Tuttavia, i dissipatori di calore superiore e I/O compensano questo con un peso a più livelli vecchio stile.

Formano un involucro insieme al dissipatore di calore M.2 superiore e agli slot RAM rinforzati. Questo lascia poco spazio per i refrigeratori d’aria, quindi potresti voler utilizzare un AIO per evitare conflitti.

Ci sono 24 corsie PCIe 5.0 a disposizione del Master. La scheda enfatizza lo storage, consentendo di popolare tutti e quattro gli slot M.2 con unità PCIe 5.0. Tieni presente che ciò dimezzerà il conteggio delle corsie a x8 per lo slot GPU principale. Lo stesso vale quando si utilizzano tutti e quattro, indipendentemente dalla generazione dell’SSD.

I proprietari di GPU rilasciate verso la fine del 2022 e nel 2023 potrebbero notare un piccolo calo percentuale delle prestazioni in uno scenario del genere. Potrebbe diventare un problema solo con l’arrivo di schede che utilizzano effettivamente PCIe 5.0.

Lo storage si completa con quattro connettori SATA, il massimo del B650E. Ci sono altri due slot di espansione PCIe 4.0. Anche se sono a figura intera, funzionano rispettivamente a velocità x4 e x2.

La quantità e la varietà di connessioni interne è molto migliore rispetto a Steel Legend. Non solo ottieni un totale di dieci collettori di raffreddamento, ma quattro sono ibridi. La maggior parte dei mobo di solito ha quattro intestazioni RGB; questo ne aggiunge un altro per la CPU, che puoi usare normalmente.

Anche l’overclocking è un piacere, grazie all’abbondanza di comodità e opzioni di monitoraggio. Ottieni i pulsanti Power, Reset e Clear CMOS insieme a un quarto pulsante le cui funzioni puoi ridefinire nel BIOS.

Il sensore di temperatura e le intestazioni di rilevamento del rumore consentono un monitoraggio approfondito del sistema, mentre la visualizzazione del codice POST rende la risoluzione dei problemi più precisa.

La qualità inferiore delle porte USB sull’I/O è un altro indicatore dello stato del B650E. È fantastico che ce ne siano 13, ma quattro sono USB 2.0 e l’unico connettore USB-C è della varietà da 10 Gbps.

Lo stack audio bilancia questo in qualche modo grazie al supporto dei condensatori WIMA originali e dell’eccellente codec ALC1220-VB. WiFi 6E e 2.5G Ethernet sono responsabili della rete. Ciò lascia HDMI per la connettività del display e i pulsanti Q-Flash e Clear CMOS per aggiornamenti facili.

MSI MPG B650 Carbon WiFi (Image credit: Amazon)

MSI MPG B650 Carbon WiFi

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: ATX | Velocità di memoria: 6600 MHz | RAM massima: 128 GB | Prese M.2: 4 | Audio: Realtek ALC4080

REASONS TO BUY

Migliore selezione USB rispetto al B650E Master

Occupa fino a dieci unità di archiviazione

Solido VRM e raffreddamento

REASONS TO AVOID

Potrebbe essere più economico

Il carbonio è tra le linee mobo più amate di MSI poiché è tra le più complete di funzionalità sul mercato. Lo stesso vale nelle circostanze in cui si trova ora la costruzione di PC.

La versione B650 potrebbe essere più costosa dei suoi predecessori e persino di alcune alternative X670. Tuttavia, è la migliore scheda madre per Ryzen 7700 se non vuoi perderti le innovazioni più entusiasmanti di AM5.

In una generazione in cui la semplicità è il re, il carbonio si riduce a una forma d’arte. Le sue infinite fasce di oscurità nera l’avrebbero resa la tavola più bella del gruppo. MSI ha deciso che stampare alcune delle sue caratteristiche in rosso e bianco sarebbe stato un gradito diversivo, ma per noi sminuisce solo la bellezza del tabellone.

La soluzione VRM è notevolmente più debole rispetto al B650E Master, o meglio, è più appropriata per il 7700X. Ha un design di fase in team con 16 stadi da 80A per la CPU, due per il SoC e uno in più per miscellanea. Il dissipatore di calore VRM superiore è modellato attorno a uno dei due connettori EPS a 8 pin, rendendolo più facile da raggiungere.

Detto dissipatore di calore e la copertura I/O sono più alti rispetto alle versioni precedenti, sfoggiando più massa e superficie per un’efficiente dissipazione del calore. Sette intestazioni aiutano a raffreddare il resto del sistema. Uno ciascuno per la CPU e una potenziale pompa dell’acqua, e altri cinque per le ventole del case.

B650 è simile a X670 in quanto gli slot GPU raggiungono il massimo a PCIe 4.0. Le quattro corsie PCIe 5.0 della piattaforma provengono tutte dalla CPU e alimentano l’unica unità di archiviazione di nuova generazione sopra lo slot della GPU principale.

Puoi aggiungere altri tre SSD PCIe 4.0 senza incorrere in penali. Il chip B650 funziona con solo quattro porte SATA, ma il Carbon ha un controller integrato che porta il totale a sei.

Gli slot di espansione offerti assomigliano a quelli delle schede madri X570. Oltre a quello superiore PCIe 4.0 x16 per la GPU, c’è un altro slot full-length in esecuzione a x4 e un piccolo slot PCIe 3.0 x1 per schede aggiuntive.

Il feroce logo del drago MSI fornisce molta illuminazione, che puoi aumentare attraverso tre header RGB indirizzabili e uno standard.

Anche se non avresti problemi a overcloccare il 7700X su questo mobo, la mancanza di strumenti di monitoraggio e ripristino rapido lo rende più una seccatura. Questo segmento si conclude con un’intestazione USB-C da 10 Gbps e altre due USB-A da 5 Gbps per l’I/O del case.

Parlando di I/O, il Carbon è completamente impilato! A differenza del Master, vanta 20 Gbps USB-C su nove prese minori. Due sono ideali per le periferiche poiché sono USB 2.0, mentre il resto è un USB 3.2 Gen 2 degno di nota.

MSI si è attenuta allo standard Ethernet 2.5G e WiFi 6E per la connettività online. Lo stack audio è un campione completo 5+1 supportato da non meno di ALC4080. Infine, ottieni pulsanti Clear CMOS e BIOS flash che semplificano notevolmente il mantenimento del firmware più recente.

MSI MAG B650M Mortar WiFi (Image credit: Amazon)

MSI MAG B650M Mortar WiFi

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: mATX | Velocità di memoria: 6400 MHz | RAM massima: 128 GB | Prese M.2: 2 | Audio: Realtek ALC4080

REASONS TO BUY

Conveniente

Minime concessioni dovute alle dimensioni ridotte

Selezione versatile della porta I/O

REASONS TO AVOID

Manca PCIe 5.0

Il prossimo è un altro modello MSI, la migliore scheda madre per Ryzen 7 7700X se vuoi costruire un nuovo sistema a buon mercato ora e non ti interessa PCIe 5.0. Siamo lieti che diversi produttori si siano resi conto dell’importanza del formato mATX e siano obbligati a MSI per aver realizzato un tale mobo a livello base.

I giocatori che cercano un’estetica appariscente potrebbero trovare noioso l’aspetto completamente nero del mortaio. Non siamo d’accordo, poiché ci sono molte sfumature da trovare nelle linee diagonali e negli accenti geometrici che punteggiano i dissipatori di calore. La tavola è più piccola dello standard, ma una relativa mancanza di armatura è un segno significativo del suo prezzo interessante.

A differenza del molto più costoso X670E Gene di ASUS, il Mortar viene fornito con tutti e quattro gli slot RAM intatti. Ciò si traduce in uno slot M.2 in meno. Spetta al produttore determinare se e come utilizzeranno il potenziale PCIe 5.0 di B650. MSI ha scelto di limitare entrambi gli slot M.2 a PCIe 4.0.

In effetti, non c’è un accenno di PCIe 5.0 su questa scheda madre poiché manca di corsie GPU per il suo stesso design. Anche se questo vale la pena notare, non stai perdendo nulla a breve e medio termine.

Non ci sono ancora GPU PCIe 5.0, quindi lo slot di espansione corrispondente è adeguato. È anche discutibile se qualcuno che costruisce un sistema attorno a una scheda economica abbia bisogno delle velocità di trasferimento offerte dallo storage PCIe 5.0.

Ci sono meno fasi nel VRM del mortaio rispetto ai concorrenti a grandezza naturale. Tuttavia, 12+2+1 supportato da due dissipatori di calore di notevoli dimensioni è sufficiente per mantenere il 7700X ben nutrito e soddisfatto. Le riduzioni delle dimensioni non hanno ridotto i connettori EPS a 8 pin a uno, quindi collegali entrambi per un’erogazione di potenza più stabile.

Quattro spine SATA III forniscono punti di connessione per unità di archiviazione legacy. Solo lo slot x16 superiore è rinforzato e protetto dallo shearing della GPU. L’installazione di uno dei nuovi colossi della GPU ostacolerà gli altri due. È improbabile che alla maggior parte degli utenti importi poiché SLI è ora ufficialmente morto e i creatori di contenuti vorranno comunque una scheda più grande.

Le intestazioni delle ventole sono solitamente tra le prime ad andare quando si riducono le dimensioni della scheda madre. È successo anche al mortaio, ma ottenerne ancora tre per i fan oltre a due dedicati al raffreddamento della CPU è un’ottima notizia. MSI ha mantenuto tutte e quattro le intestazioni RGB per soddisfare gli utenti insoddisfatti della mancanza di illuminazione nativa.

Complimenti a MSI per aver sfruttato al massimo un I/O di fronte ai vincoli mATX. Otto porte USB sono eccellenti per una scheda del genere, a maggior ragione se una di queste è USB-C da 20 Gbps. Inoltre, non c’è USB 2.0 poiché quattro intestazioni interne sono la loro unica fonte.

Il mortaio è dotato di un audio eccellente, grazie allo stack 5+1 e al codec ALC4080 di Realtek. L’ultimo standard WiFi ed Ethernet 2.5G garantiscono una comunicazione a banda larga priva di interferenze. Rimangono HDMI 2.1 e DisplayPort 1.4, insieme al pulsante del flash del BIOS.

ASRock X670E Steel Legend (Image credit: Amazon)

ASRock X670E Steel Legend

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: ATX | Velocità di memoria: 6600 MHz | RAM massima: 128 GB | Prese M.2: 4 | Audio: Realtek ALC1220

REASONS TO BUY

Mantiene le funzionalità di base dell'X670E a un prezzo interessante

Eccellente supporto per il raffreddamento e connettività USB

Stile unico ottimo per PC bianchi

REASONS TO AVOID

Non è pensato per l'overclocking

La Steel Legend è una tavola X670E economica che ha più valore della Taichi per gli acquirenti che non hanno bisogno di tutti i campanelli e dei fischietti. Non lesina sullo spazio di archiviazione o sulla diversità delle porte pur essendo leggero su cose come l’overclocking che potresti non usare mai.

ASRock è ribelle come sempre, evitando completamente le tendenze attuali per mantenere Steel Legend in linea con le versioni precedenti. Questa è una delle migliori schede madri Ryzen 7 7700X se stai mettendo insieme una build bianca a causa di molti accenti argento e bianco.

I dissipatori di calore hanno un motivo mimetico pixelato occupato che attira l’attenzione, nel bene e nel male. Anche il gioco RGB della scheda è perfetto poiché troverai fonti di luce native sui lati e sui dissipatori di calore di storage e chipset.

La Taichi è una delle schede più ridicolmente sovra-ingegnerizzate della generazione VRM. ASRock ha visto la ragione con la sua offerta meno costosa, optando invece per un design più addomesticato a 16+2+1 fasi.

Hai ancora due connettori EPS a 8 pin per un’erogazione di potenza stabile e un set di grossi dissipatori di calore in argento per sopportare il calore, ma una ventola VRM non è presente.

The Steel Legend si dedica a ciò che conta: il supporto PCIe 5.0 per gli slot M.2 e x16 più in alto. Il dissipatore di calore dell’unità veloce è più spesso del resto e progettato per far fronte alle maggiori uscite termiche degli SSD in arrivo. Altri due slot M.2 ottengono la copertura del pad termico, mentre l’ultimo va a comando. Tutti usano PCIe 4.0.

ASRock sottolinea saggiamente lo slot superiore, che è a prova di futuro e rinforzato contro il cedimento. Degno di nota è anche un supporto GPU in bundle che si avvita nella scheda madre e fornisce sicuramente il supporto necessario per quelle schede grafiche a quattro slot. I restanti slot x16 e x1 sono PCIe 3.0, che riduce i costi ma toglie poco alla loro utilità.

Siamo piacevolmente sorpresi dalla portata dell’arsenale di raffreddamento di Steel Legend. Ha sei connettori sopra tutti quei dissipatori di calore, cinque dei quali funzionano allo stesso modo con ventole e componenti di raffreddamento ad acqua. La scheda è più avara quando si tratta di overclocking, non offre pulsanti di accensione o ripristino e solo un debugger di base a quattro LED.

La selezione delle USB interne è in linea con le altre schede nella fascia di prezzo. USB-C da 20 GBps e il componente aggiuntivo Thunderbolt 4 sono le caratteristiche distintive. Puoi ottenere altre otto porte USB attive e funzionanti tramite coppie di intestazioni USB 3.2 Gen 1 e 2.0.

L’I/O è occupato quanto la scheda stessa, sia in termini di connettività che di stile. DisplayPort e HDMI ci avviano e sono utili per collegare i monitor all’iGPU. Seguono i connettori dell’antenna WiFi 6E, seguiti da ben dodici porte USB. Non troverai USB4 qui, ma USB-C a 20 Gbps è pronto.

Due jack Ethernet forniscono un’ampia connettività di rete. Uno è conforme all’ormai antico standard Gigabit, mentre l’altro supporta velocità 2.5G. Lo stack audio è composto da jack per cuffie e microfono e un’uscita S/PDIF ottica. ASRock è andato con il collaudato codec ALC1220 per un suono di qualità.

Gigabyte X670 AORUS Elite AX (Image credit: Amazon)

Gigabyte X670 AORUS Elite AX

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: ATX | Velocità di memoria: 6600 MHz | RAM massima: 128 GB | Prese M.2: 4 | Audio: Realtek ALC897

REASONS TO BUY

Prezzo ragionevole per il set di funzionalità

13 porte USB sull'I/O posteriore

Buon supporto per l'archiviazione

REASONS TO AVOID

Codec audio mediocre

L’X670 è il secondo livello di schede madri AM5, caratterizzato da prezzi più interessanti e meno corsie PCIe 5.0 da aggirare. L’AORUS Elite AX è l’ingresso di successo di Gigabyte nella categoria e la migliore scheda madre per Ryzen 7 7700X se si desidera un sano mix di funzionalità e prezzo.

Gigabyte è un’altra azienda che ha attenuato la propria identità visiva per adattarsi alle tendenze attuali. Sono finite le rifiniture arancioni e le grandi aree RGB dei giorni passati, sostituite con dissipatori di calore a blocchi e utilitaristici che schermano le aree chiave. Non sono noiosi, però, come dimostrano il logo dell’uccello della linea e le linee più chiare che attraversano i dissipatori di calore orizzontalmente e in parallelo.

Potrebbe non essere un AORUS Master, ma Elite AX non infanga il nome Gigabyte quando si tratta di VRM. Il layout è simile alla scheda più costosa, con fasi in team che si uniscono in una configurazione 16+2+2. Mentre il Master ha stadi di potenza da 105 A, qui sono 70 A.

La differenza non è importante per una CPU come la 7700X a causa del TDP inferiore. Aspettati basse temperature ambientali, grazie a due spessi dissipatori di calore in cima a così tanti palchi. Un tubo di calore sovradimensionato da 8 mm li collega per distribuire il calore in modo più uniforme. Invece delle alette che si trovano su modelli più costosi, i dissipatori di calore si basano sulla massa pura e sulle scanalature profonde.

L’Elite AX è ancora più aggiornato sullo storage rispetto all’X670E TUF. Ospitano lo stesso numero di unità ad alta velocità, ma qui puoi collegare tre modelli PCIe 4.0 invece di due. Condividono un’area centrale del dissipatore di calore con un pad termico per ciascuno. Tutti e quattro gli SSD hanno anche dispositivi di fissaggio senza viti simili ad ASUS.

Parlando di adozione delle funzionalità ASUS, lo slot GPU rinforzato ha una leva sul lato che consente di sbloccarlo senza bisogno di un cacciavite. È PCIe 4.0 a causa delle limitazioni intrinseche dell’X670.

Tuttavia, un tale accordo è ancora a prova di futuro poiché le GPU hanno iniziato a utilizzare in modo più completo le linee x16 complete con le schede della serie RTX 4000 e Radeon 7000.

Le porte interne offerte sono forti per connettività e archiviazione, ma altrimenti insignificanti. Puoi collegare quattro unità SATA oltre a quelle più recenti e puoi collegare il tuo case con USB-C a 20 Gbps. Esistono altre due intestazioni USB 3.2 Gen 1 e USB 2.0, così come un’intestazione aggiuntiva Thunderbolt.

Il raffreddamento non è così pronunciato come su altre schede Gigabyte. Due delle cinque intestazioni sono relative alla CPU e tre si occupano delle ventole di sistema. I quattro LED di avvio sono gli unici strumenti per la risoluzione dei problemi. Tuttavia, ottieni anche i pulsanti Power, Reset e Clear CMOS per riprovare più facilmente.

L’I/O posteriore ha una piastra integrata di qualità. Si inizia con un pulsante Q-flash, seguito dalle antenne WiFi 6E. Segue HDMI, seguito dal cluster USB. Ce ne sono 13 in totale, quattro delle quali sono USB 2.0. Faranno per il tuo mouse e tastiera, se non altro. Al contrario, ci sono USB-C da 20 Gbps e due porte USB-A da 10 Gbps per le tue esigenze di trasferimento dati veloce.

Rimangono il jack Ethernet 2.5G e lo stack audio. Quest’ultimo è l’aspetto più deludente di questa scheda. Non tanto a causa dei tre jack, in quanto questi stanno diventando più popolari.

Manca di uscita ottica S/PDIF e utilizza il codec ALC897 obsoleto. Gli utenti interessati principalmente ai giochi non dovrebbero preoccuparsi, ma i creatori di contenuti potrebbero voler cercare qualcosa di meglio.

Leonardo
Ho 20 anni, sono un consulente SEO e prima ancora un appassionato di tecnologia ,sono uno scrittore di contenuti profondamente interessato all'industria dei giochi
BACK TO TOP