Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 9 7900X del 2023


Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 9 7900X del 2023
Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 9 7900X del 2023 (Image: © Migliori Tech | Fatti guidare all'acquisto!)

Il 7950X è il fiore all’occhiello della produttività di AMD; il 7900X è la sua risposta al Core i9-12900K di Intel. Il secondo miglior chip Ryzen supera la concorrenza in termini di produttività e multi-threading, pur essendo più economico e ugualmente competente per i giochi. Un chip così versatile ha bisogno di una base affidabile. La nostra carrellata ti aiuterà a trovare la migliore scheda madre per Ryzen 9 7900X senza troppi problemi!

AM4 ha mostrato una longevità impressionante, ma doveva far posto a una piattaforma completamente nuova affinché il progresso continuasse. Potrebbe volerci del tempo per adattarsi, ma il passaggio ad AM5 è meglio per tutti a lungo termine grazie all’adozione di PCIe 5.0 e all’ottimizzazione della RAM incentrata su Ryzen.

AMD ha promesso di supportare la piattaforma fino al 2025. A giudicare dal successo di AM4, potresti avere tre o quattro generazioni che funzioneranno bene sulla scheda madre che scegli oggi. Anche se finisci per abbandonare il 7900X, il futuro del tuo mobo sembra luminoso.

I Nostri 3 Migliori Consigli

Scelta Migliore Asus ROG Crosshair X670E Hero Asus ROG Crosshair X670E Hero

I/O eccezionale con USB4

Ottimo VRM e raffreddamento in generale

Supporta cinque SSD NVMe

Più Popolare MSI MEG X670E ACE MSI MEG X670E ACE

Potenziale di archiviazione impressionante

VRM ridicolo

Connettività superba

Scelta del Budget Gigabyte X670 AORUS Elite AX Gigabyte X670 AORUS Elite AX

Prezzo interessante

Supporta un SSD PCIe 5.0

Un sacco di USB sull'I/O posteriore

Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 9 7900X del 2023 Summary

Image Model Price
Asus ROG Crosshair X670E Hero Asus ROG Crosshair X670E Hero See On Amazon
MSI MEG X670E ACE MSI MEG X670E ACE See On Amazon
Gigabyte X670 AORUS Elite AX Gigabyte X670 AORUS Elite AX See On Amazon
ASUS ROG Crosshair X670E Gene ASUS ROG Crosshair X670E Gene See On Amazon
Gigabyte B650E AORUS Master Gigabyte B650E AORUS Master See On Amazon

Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 9 7900X del 2023 At a Glance:

Le 6 Migliori Schede Madri per Ryzen 9 7900X del 2023 Reviews

Asus ROG Crosshair X670E Hero (Image credit: Amazon)

Asus ROG Crosshair X670E Hero

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: ATX | Velocità di memoria: 6400 MHz | RAM massima: 128 GB | Prese M.2: 5 | Audio: Realtek ALC4082

REASONS TO BUY

I/O eccezionale con USB4

Ottimo VRM e raffreddamento in generale

Supporta cinque SSD NVMe

REASONS TO AVOID

Caro

Un’altra lista di schede madri, un’altra vittoria per la corrispondente scheda Hero di ASUS. Si potrebbe pensare che siamo di parte, ma la realtà è molto più semplice; l’Eroe di solito finisce per essere il punto di riferimento della generazione.

È lo stesso per l’inizio del viaggio di AM5 poiché la scheda unisce la diversità delle porte, l’abbondanza di spazio di archiviazione e il potenziale di overclocking in un insieme coeso. Se hai i soldi extra richiesti dall’adozione anticipata, non c’è mobo migliore per spenderli.

Dal punto di vista del design, l’X670E Hero è simile alla sua controparte Alder Lake. Come vedrai in fondo alla linea, i suoi cumuli di PCB neri di armatura a specchio sono la norma per il corso tutt’intorno. Tuttavia, ASUS dà la sua svolta alle cose introducendo l’illuminazione RGB punteggiata che forma il logo ROG sul dissipatore di calore del chipset e si alterna tra due scene sullo scudo I/O.

Un VRM inutilmente robusto è un altro segno distintivo di X670E. L’Eroe è piuttosto mansueto sotto questo aspetto, sfoggiando “solo” 18+2 stadi di potenza abbinati. Quelli che alimentano la CPU hanno una capacità di 105A ciascuno!

Dato che nemmeno il 7950X sfrutterà nemmeno un quarto del potenziale, sei pronto per energia pulita e fantastiche fasi individuali che preparano il terreno per gli appassionati di overclocking. Pensi che sia un po' troppo? Quindi dai un’occhiata all’X670E Taichi.

L’Hero è ancora una scheda ATX, ma molti concorrenti non lo sono. Ciò parla dell’abilità logistica di ASUS poiché il mobo ha tante o più funzionalità senza bisogno di spazio extra. Una “concessione” è stata quella di abbandonare il terzo slot x16 spesso inutilizzato, che ha consentito ai progettisti di spostare ulteriormente gli slot SSD e GPU primari.

I vantaggi sono duplici. Le unità PCIe 5.0 necessitano di un raffreddamento migliore, quindi c’è più spazio per un dissipatore di calore più grande che non deve essere così vicino all’area della CPU.

Inoltre, c’è abbastanza spazio tra i due slot x16 per altre tre unità e le prossime schede grafiche a quattro slot. L’espansione si conclude con uno slot PCIe 4.0 x1 perfetto per schede di acquisizione e altri accessori di nicchia.

La conservazione è disponibile in tre gusti. Ottieni due slot di quarta e quinta generazione per gli SSD più veloci e puoi ricorrere a sei affidabili porte SATA. Se questo non è abbastanza spazio di archiviazione contemporaneo, una scheda di espansione con uno slot PCIe 5.0 M.2 aggiuntivo può aumentare il numero fino a cinque.

Il 7900X è una PCU termicamente esigente quando è stressato, ma l’Hero ha un buon raffreddamento. Innanzitutto, ci sono i due enormi dissipatori di calore collegati da un tubo di calore piatto. Oltre ad accettare raffreddatori ad aria e AIO standard, Hero offre anche connessioni specifiche per vari componenti del circuito dell’acqua personalizzati. Non sei entusiasta di far scorrere l’acqua nel tuo sistema? Quindi utilizzare invece le quattro intestazioni della ventola del case.

Anche ASUS non era avaro di porte interne. Ottieni 20 Gbps USB-C e due intestazioni USB 3.2 Gen 1 per l’I/O del case. Le intestazioni indirizzabili e Aura RGB aumentano l’illuminazione e un’intestazione del sensore termico aiuta a tenere traccia delle temperature del sistema. Altre funzionalità incentrate sull’overclocking includono i pulsanti Riprova e Avvia insieme a un pulsante FlexKey che puoi riconfigurare nel BIOS.

L’Hero è dotato di un I/O all’avanguardia con due porte USB4 all’avanguardia come headliner. Non supportano Thunderbolt 4 ma possono caricare i tuoi gadget e trasferire dati a una velocità di 40 Gbps. Un’altra USB-C è della varietà da 20 Gbps e altre nove prese USB-A da 10 Gbps completano la selezione.

I pulsanti flash CMOS e BIOS chiari sono all’estrema sinistra, seguiti da HDMI per gli utenti iGPU. Ci piacerebbe vedere 10G Ethernet su una scheda così costosa. Tuttavia, WiFi 6E e 2.5G andranno bene. ASUS ha lasciato intatto lo stack audio 5+1 e lo ha eseguito il backup con il nuovissimo codec ALC4082 di Realtek.

MSI MEG X670E ACE (Image credit: Amazon)

MSI MEG X670E ACE

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: E-ATX | Velocità di memoria: 6666 MHz | RAM massima: 128 GB | Prese M.2: 6 | Audio: Realtek ALC4082

REASONS TO BUY

Potenziale di archiviazione impressionante

VRM ridicolo

Connettività superba

REASONS TO AVOID

Costoso, senza USB4

ASUS non è l’unico produttore a fare tutto il possibile per il debutto di AM5. Siamo ugualmente colpiti dal MEG X670E ACE di MSI. Non è la migliore scheda madre per Ryzen 9 7900X esclusivamente a causa della mancanza di USB4. Se questo non è così importante per te, il ridicolo VRM della scheda e le fantastiche capacità di archiviazione sono motivi convincenti per sceglierlo al posto dell’Eroe.

Secondo la nostra opinione parziale, l’ACE è la scheda madre X670E più bella finora! Il suo aspetto è elegante e ingannevolmente semplice, con fasce di armature nere rifinite in oro.

Queste lastre uniformi diventano molto più elaborate quando la luce le colpisce e rivela intricati motivi geometrici sulle loro superfici. Inoltre, il drago MSI e un simbolo sul dissipatore di calore del chipset esplodono di colore all’attivazione.

Il VRM dell’ACE arriva a livelli ancora più estremi rispetto a quello dell’Eroe! Qui abbiamo 22+2+1 fasi che ricevono alimentazione da due connettori EPS a 8 pin situati proprio sopra gli slot della RAM. Non dovrai più affettare le dita sugli angoli acuti del dissipatore di calore! Parlando di dissipatori di calore, gli ACE adottano il design alettato di Gigabyte per un’eccellente conduttività termica.

MSI ha deciso di ampliare l’ACE, quindi avrai bisogno di un case che accetti le schede E-ATX. Anche se questo lo rende più ingombrante, ci sono numerosi vantaggi.

Ad esempio, c’è abbastanza spazio tra i connettori di alimentazione RAM e ATX per ospitare un’unità PCIe 5.0 schermata. Il dissipatore di calore del chipset è più grande di quello dell’Eroe e puoi mantenere il terzo slot x16.

Altri tre SSD PCIe 4.0 si inseriscono nell’area schermata nella metà inferiore. MSI è ancora più generoso con la sua espansione di archiviazione. L’ACE viene fornito con una scheda PCIe 5.0 raffreddata a ventola che utilizza il secondo slot x16 per consentire altre due unità.

C’è MOLTO spazio per giochi, video 4K e qualsiasi progetto di grandi dimensioni che desideri intraprendere con il 7900X. Accoppiato con sei spine SATA, ci sono ben dodici fonti di archiviazione a tua disposizione.

C’è molto da disfare anche sul fronte della connessione interna. Più RGB è a portata di mano grazie a uno standard e tre intestazioni indirizzabili. Il raffreddamento è suddiviso in un’intestazione per la CPU, due per le pompe dell’acqua e cinque per le ventole di sistema.

C’è anche un connettore del flusso d’acqua per i loop. Le coppie di quattro connettori USB 2.0 e 3.2 Gen 1 garantiscono una connettività sufficiente per i componenti interni e le periferiche. 10 Gbps USB-A e 20 Gbps USB-C completano la selezione.

Anche il supporto per il debug e l’overclocking è di alto livello. Ottieni sia l’EZ Debugger a quattro luci che un display del codice POST a due cifre per individuare più rapidamente i blocchi. Un ponticello consente di avviare il sistema in modalità lenta e due connettori accettano i cavi del termistore inclusi per un monitoraggio termico accurato.

L’I/O dell’ACE manca di USB4 ma ha Ethernet 10G che manca a molti concorrenti di pari prezzo. Hai ancora tre porte USB-C: due sono a 20 Gbps e una a 10 Gbps ma funge anche da DisplayPort. Altri otto sono tutti USB 3.2 Gen 2 USB-A. Lo stack audio arricchito ha S/PDIF ut ottico e utilizza lo stesso codec high-end dell’Hero.

Ci sono WiFi 6E e HDMI, così come un intrigante array a tre pulsanti. Clear CMOS e BIOS flash sono standard su tali schede. Un pulsante Smart accanto a loro può assumere molteplici funzioni, dall’aumento delle ventole fino all’attivazione/disattivazione dell’RGB o al ripristino della scheda.

Gigabyte X670 AORUS Elite AX (Image credit: Amazon)

Gigabyte X670 AORUS Elite AX

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: ATX | Velocità di memoria: 6600 MHz | RAM massima: 128 GB | Prese M.2: 4 | Audio: Realtek ALC897

REASONS TO BUY

Prezzo interessante

Supporta un SSD PCIe 5.0

Un sacco di USB sull'I/O posteriore

REASONS TO AVOID

Stack audio e codec limitati

Abbiamo già parlato poeticamente dell’X670E AORUS Master nella nostra panoramica generale su AM5. È decisamente abbastanza buono da essere incluso nell’elenco, ma questa volta abbiamo pensato di dare più spazio ai suoi fratelli più economici.

L’X670 Elite AX è un passo indietro, ma sarà vista da molti come la migliore scheda madre per Ryzen 9 7900X se vuoi ridurre le tue spese senza compromettere troppo la qualità.

Il design dell’Elite è un intrigante mix di semplicità e complessità. Il primo è evidente dalle forme squadrate e poco ispirate dei suoi dissipatori di calore. Tuttavia, le linee diagonali e gli schemi sottili fanno molto per evitare la noia. Siamo anche fan del dissipatore di calore con chipset a coste sulla destra.

Gigabyte ha attenuato il suo VRM per questo, ma ha comunque assicurato che sia più che in grado di supportare qualsiasi CPU Zen4. Rispecchia il layout 16+2+2 dell’X670E Master, tranne per il fatto che gli stadi qui emettono “solo” 70A ciascuno.

Sono due stadi più incentrati sulla CPU rispetto alla già fantastica scheda TUF. Accoppiato con due connettori EPS a 8 pin, questo dovrebbe garantire la stabilità della potenza in tutte le circostanze.

Non ottieni i dissipatori di calore alettati della scheda più costosi, ma quelli grossi in offerta non deludono. Un tubo di calore di 8 mm di diametro li collega. Cinque intestazioni della ventola assicurano che il resto del PC venga raffreddato con la stessa efficienza.

Altri interni non sono particolarmente interessanti. Ottieni cinque intestazioni RGB, una delle quali è specifica per il dispositivo di raffreddamento della CPU. C’è anche un’intestazione aggiuntiva Thunderbolt, insieme a due per il supporto USB 2.0 e USB 3.2 Gen 1.

I moderni case I/O beneficeranno anche di una connessione USB-C a 20 Gbps. I pulsanti Power, Reset e Clear CMOS saranno sicuramente utili agli overclocker. Sarebbe stato anche un debugger a due cifre.

La struttura e la quantità di corsie PCIe 5.0 è la principale differenza tra X670 e X670E. L’Elite AX lo usa esclusivamente per lo slot M.2 più in alto, che ha anche il dissipatore di calore più elaborato.

Puoi collegare altre tre unità veloci negli slot PCIe 4.0 sotto la GPU. Gli utenti con unità legacy rimanenti troveranno quattro connettori SATA pronti e in attesa.

Non lasciarti ingannare dai tre slot di espansione a tutta lunghezza dell’Elite AX. Solo quello in alto funziona a x16 ed è l’unica scelta logica per il posizionamento della scheda grafica. Esso e lo slot centrale utilizzano PCIe 4.0, con la differenza che quest’ultimo è solo x4. L’ultimo slot è un semplice PCIe 3.0 x2.

L’audio è l’unica parte della scheda di cui alcuni utenti si lamentano giustamente. Il codec non è elencato sul sito Web di Gigabyte, quindi è probabile che sia una vecchia versione. Non ottieni nemmeno l’uscita ottica S/PDIF, solo tre uscite analogiche. Questa sembra essere la tendenza della generazione per mobo più accessibili, quindi non daremo la colpa a Gigabyte per questo.

Altre connessioni I/O sono più rosee. Siamo lieti di vedere tredici porte USB, tra cui 20 Gbps USB-C. Il resto va da USB 3.2 Gen 2 a USB 2.0, perfetto per collegare le tue periferiche. Un set di spine per antenna WiFi, 2.5G Ethernet e HDMI completano la sezione delle porte. Infine, c’è un pulsante Q-Flash per aggiornamenti del BIOS indolori.

ASUS ROG Crosshair X670E Gene (Image credit: Amazon)

ASUS ROG Crosshair X670E Gene

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: mATX | Velocità di memoria: 6400 MHz | RAM massima: 64 GB | Prese M.2: 3 | Audio: Realtek ALC4080

REASONS TO BUY

USB4 e robusto I/O

Eccellenti strumenti VRM e overclocking

Discreta quantità di memoria per mATX

REASONS TO AVOID

Caro

La maggior parte delle schede madri X670 di fascia alta stanno seguendo la strada E-ATX, ma un gradito valore anomalo sfida le probabilità! L’X670E Gene di ASUS reintroduce il formato micro-ATX e si spera sia un pioniere per il suo ritorno completo. È la migliore scheda madre per Ryzen 9 7900X se vuoi un case più piccolo senza rinunciare a molto di ciò che rende l’X670E superiore.

La riduzione delle dimensioni è la caratteristica estetica più ovvia del Gene poiché assomiglia molto ad altre schede premium nelle recenti formazioni di ASUS.

È scuro e parzialmente lucido, con il nome e l’occhio ROG che punteggiano due dei suoi dissipatori di calore. Cinque linee diagonali sul dissipatore di calore I/O costituiscono un’area RGB relativamente ampia. Altro è disponibile tramite tre intestazioni.

Uno sguardo ai dissipatori di calore associati e ai VRM sotto di essi è sufficiente per convincere una delle abilità di overclocking del Gene. Dispone di 16+2 stadi da 110 A e racchiude due connettori EPS a 8 pin per una maggiore stabilità. Il tema del taglio diagonale continua sugli spessi dissipatori di calore, dove è piacevole da guardare mentre aiuta la heatpipe ad abbassare le temperature.

Troverai solo due slot DIMM che prendono 6400 MHz di RAM a destra del socket della CPU. Un set completo sarebbe tecnicamente adatto, ma avresti solo uno slot M.2. ASUS ha deciso di licenziarli a favore di uno slot aggiuntivo Z2. Collegando la scheda di espansione corrispondente si ottiene un’altra unità PCIe 5.0 e un’unità PCIe 4.0.

I vincoli di dimensione collocano l’unico dissipatore di calore dello slot M.2 nativo sotto lo slot PCIe 5.0 x16 rinforzato. ASUS ha mantenuto il fermo a sgancio rapido della GPU. È disponibile un’altra connessione PCIe 4.0 se si desidera collegare varie schede di espansione. Quattro porte SATA completano questa parte dell’offerta del Gene.

Anche le piccole schede possono essere preparate per l’overclock, come dimostrato dagli interni del Gene. Sette intestazioni per la CPU e le ventole sono più di quelle che si ottengono su alcune schede convenzionali.

C’è anche l’avvio in modalità sicura e lenta, i pulsanti Off e Reset e il pulsante FlexKey personalizzabile già menzionato sopra. Un’intestazione del sensore termico e una dozzina di punti di misurazione della tensione aiutano a mettere a punto la tua esperienza utente.

ASUS ha dotato l’I/O del Gene di due porte USB4, quindi è divertente vedere una porta PS/2 condividere lo stesso spazio. Ti consigliamo di collegare il mouse e la tastiera alle due porte USB 2.0 o occupare invece alcune di quelle USB 3.2 Gen 1. Ciò lascia 10 Gbps USB-C.

ASUS non ha lesinato sull’audio poiché il Gene ha uno stack audio 5+1 completo e utilizza Realtek ALC4080. Non è presente alcuna modalità di uscita video, ma questo è il tipo di mobo che presuppone giustamente la proprietà della GPU. WiFi 6E e 2.5G Ethernet forniscono un collegamento al mondo. Il flashback del BIOS e i pulsanti CMOS chiari rendono più facile rimanere aggiornati e comporre le impostazioni di OC.

Gigabyte B650E AORUS Master (Image credit: Amazon)

Gigabyte B650E AORUS Master

SPECIFICATIONS

Fattore di forma: ATX | Velocità di memoria: 6600 MHz | RAM massima: 128 GB | Prese M.2: 4 | Audio: Realtek ALC1220-VB

REASONS TO BUY

Più conveniente di X670 con poche concessioni

Tutti e quattro gli slot M.2 supportano PCIe 5.0

VRM eccezionale e supporto per il raffreddamento

REASONS TO AVOID

Popolando tutti e quattro gli slot M.2 dimezza la larghezza di banda della GPU

A differenza del B660 per Intel Alder Lake, le schede B650 hanno iniziato ad arrivare solo poche settimane dopo il lancio di AM5. Il B650E è stato tra i primi a fare impressione. Presenta formidabili VRM, non è avaro di storage di quinta generazione e dimostra ciò che le migliori schede madri Ryzen 7900X di fascia media hanno da offrire.

I progettisti di Gigabyte di solito avevano più libertà con le schede della serie B. Tuttavia, questo è in linea con il passaggio generazionale verso toni cupi e look meno audaci.

Una mascotte AORUS illuminata sulla copertura I/O è il valore anomalo più evidente, seguito da un’area di colore grigio medio che copre il dissipatore di calore del chipset. Come l’Elite AX, il B650E Master ha cinque header RGB che offrono la personalizzazione attraverso il nuovo Gigabyte Control Center.

Grandi complimenti a Gigabyte per non aver eseguito il downgrade del VRM dell’X670E Master! Mentre i dissipatori di calore che li raffreddano sono ingombranti anziché alettati, le fasi stesse sono ancora in una configurazione 16+2+2. Coloro che forniscono il 7900X lo fanno con 105A ciascuno. In breve, puoi eseguire l’overclock a tuo piacimento senza temere il surriscaldamento o un’erogazione di potenza inadeguata.

L’approccio del Master allo storage è peculiare in quanto Gigabyte ha fatto un po' di giocoleria di livello successivo per ottenere il massimo dalle corsie PCIe 5.0 disponibili.

Tutte e quattro le sue prese M.2 adottano il nuovo standard! Prima di eccitarti troppo, tieni presente che popolarli tutti dimezzerà le corsie disponibili dello slot GPU principale a x8. Ciò rimane vero anche se stai utilizzando un dispositivo PCIe 4.0, come tutte le GPU attuali.

L’impatto che questo ha sulle prestazioni grafiche è trascurabile, quindi molti utenti faranno il grande passo. Quello slot in alto ha anche un prominente fermo di rilascio. Sebbene non sia utile come un pulsante a sgancio rapido, semplifica comunque lo smontaggio della tua vecchia GPU. Gli altri due slot sono simili a quelli dell’Elite AX, tranne che quello inferiore è PCIe 4.0 x2.

Il supporto per un minor numero di connessioni USB è un altro dei limiti del B650. Lo sentirai di più quando acquisti una custodia poiché l’intestazione singola USB 3.2 Gen 1 è adatta solo per due porte. Un’opzione aggiuntiva Thunderbolt 4 e USB-C da 20 Gbps sono disponibili per compensare.

Non esistono limitazioni di questo tipo per il raffreddamento e il B650E Master è all’altezza della reputazione di Gigabyte in questo senso. Essere in grado di equipaggiare il 7900X con un eccellente dispositivo di raffreddamento o AIO è un dato di fatto. Tuttavia, è possibile trasformare il tuo PC in un congelatore grazie a quattro ventole e altrettante testate ibride ventola/pompa.

Altre chicche per l’overclocking includono le intestazioni del sensore di temperatura e rumore insieme ai pulsanti di accensione e ripristino. Il Master è un altro modello con l’equivalente di un pulsante FlexKey. L’impostazione predefinita è la funzione di ripristino, ma può anche essere programmato per disattivare l’RGB, avviare in modalità provvisoria o direttamente nel BIOS.

Tredici porte USB sono caratteristiche di una scheda Gigabyte avanzata. B650 limita le loro velocità, quindi USB-C da 10 Gbps è il massimo che puoi sperare. Solo quattro prese USB-A hanno la stessa larghezza di banda, mentre le altre otto sono USB 3.2 Gen e USB 2.0.

Due jack audio + l’uscita ottica S/PDIF stanno diventando una vista più comune. Gigabyte li ha abbinati a un set di condensatori WIMA e al codec ALC1220-VB ancora di fascia alta. Gli utenti iGPU possono passare a HDMI 2.1, mentre tutti noi beneficiamo di WiFi 6E e 2.5G Ethernet. Non sorprende che il flash del BIOS e i pulsanti CMOS trasparenti completano la selezione.

Leonardo
Ho 20 anni, sono un consulente SEO e prima ancora un appassionato di tecnologia ,sono uno scrittore di contenuti profondamente interessato all'industria dei giochi
BACK TO TOP