Product Specification

  • Bluetooth:
  • Cancellazione del rumore:
  • Durata batteria: 20 ore (BT e ANC); 40 ore (cablato e ANC)
  • Peso: 240 g
  • Finiture: 2

Pros

  • Molti dettagli
  • Impressionante cancellazione del rumore
  • Integrazione con l'Assistente Google

Cons

  • Concorrenza dura
Get in Now!

Caratteristiche

Si trova principalmente negli smartphone Android, Assistant è l’equivalente di Google di Siri di Apple o Alexa di Amazon.

Una volta configurato tramite l’app Connect di Bose o, per gli utenti Apple, l’app Bose combinata con l’app Assistente di Google per iOS, il QuietComfort 35 II suonerà ogni volta che il telefono riceve una nuova notifica o legge automaticamente gli eventi imminenti del calendario.

Ricevi un SMS o un altro messaggio online e premi il pulsante sull’alloggiamento sinistro per farlo leggere all’Assistente Google. Ti dà quindi la possibilità di rispondere usando la tua voce. È un’aggiunta utile, soprattutto durante i mesi invernali: è molto più semplice rispondere ai messaggi o effettuare chiamate premendo un pulsante piuttosto che tirare fuori il telefono dalla tasca, togliere i guanti e scacciare un messaggio frettoloso con frozen dita.

Ci sono alcune limitazioni, tuttavia. Sebbene tu possa utilizzare queste cuffie per controllare e riprodurre la tua musica, dovrai utilizzare Spotify affinché l’Assistente Google funzioni.

Al momento non è in grado di accedere ai tuoi contenuti multimediali offline o di collegarsi ad altri servizi come Tidal o Deezer (e se sei su iOS, non è possibile riprodurre musica in streaming utilizzando l’Assistente).

Recensione Bose QuietComfort 35 II

Se sei connesso sia a un laptop che a uno smartphone (i QuietComfort 35 II hanno la possibilità di connettersi a due dispositivi contemporaneamente), scopriamo che attivando l’Assistente Google per leggere una notifica sul nostro telefono si avvia anche iTunes sul nostro MacBook .

Per qualche motivo, si rifiuta anche di leggere i cognomi dei tuoi contatti, quindi se hai più persone con lo stesso nome nella tua rubrica, dovrai capire da chi proviene il tuo messaggio.

Tuttavia, immaginiamo che gli utenti Android otterranno di più da questa funzionalità rispetto agli utenti Apple. La sinergia tra queste cuffie e Android sembra proprio più fluida che con un iPhone.

Se non sei preoccupato per l’intelligenza, puoi invece programmare il pulsante per scorrere i tre livelli di cancellazione del rumore delle cuffie (“basso”, “alto” o “spento”).

Come l’originale QuietComfort 35, il livello di cancellazione del rumore di queste lattine è impressionante.

Bose è sempre stata in prima linea nel silenziare rombi o ronzii costanti, e questo rimane lo stesso qui: i microfoni all’interno e all’esterno delle cuffie eliminano efficacemente qualsiasi fastidioso chiacchiericcio di sottofondo.

Se abbiamo una lamentela, è che la cancellazione del rumore potrebbe essere un po' più intelligente, ad esempio nello stesso modo in cui le cuffie Sony WH-1000XM3 disabilitano la cancellazione del rumore quando si tiene la mano su uno degli alloggiamenti.

Le cuffie PX di B&W mettono in pausa la tua musica quando sollevi il padiglione, permettendoti di conversare velocemente. Ci sarebbe piaciuto vedere caratteristiche simili in queste cuffie.

La durata della batteria è di 20 ore dichiarate con una connessione wireless o 40 ore di semplice cancellazione del rumore se si utilizza il cavo da 3,5 mm fornito nella confezione. Carica le cuffie utilizzando un cavo micro-USB e ottieni 2,5 ore in più di autonomia in soli 15 minuti.

Costruire

I QuietComfort 35 II sono sicuramente all’altezza della parte “comfort” del loro nome. Con 310 g, sono significativamente più leggere delle B&W PX e hanno una presa più morbida rispetto alle cuffie Sony.

Coloro che necessitano di un paio di antirumore per i lunghi viaggi dovrebbero assolutamente tenerne conto.

I cardini sugli alloggiamenti fanno sì che le cuffie si ripiegano bene e la loro qualità costruttiva suggerisce che potrebbero sopravvivere se tenute in uno zaino, senza la necessità di tenerle nella custodia in dotazione.

I pulsanti intorno all’alloggiamento destro controllano la riproduzione. Sono posizionati in modo intuitivo e si sentono bene da usare. Ti abituerai presto alla serie di tocchi necessari per riavvolgere o saltare le tue canzoni.

Suono

Il QuietComfort 35 II ha un’ottima maneggevolezza su qualsiasi musica che invii. Iniziamo con Let It Be (si apre in una nuova scheda) dei Beatles, collegato a un MacBook Pro, e queste cuffie riescono in modo impressionante a scavare dettagli che altrimenti non potresti sentire.

Paul McCartney mantiene un tempismo irregolare quando si prepara al ritornello, cantando le battute un po' più tardi di quanto ti aspetteresti. Quando lo fa, il QuietComfort 35 II capta facilmente i suoni appena udibili dei deboli movimenti delle sue labbra.

Suonando Teenagers(opens in new tab) dei My Chemical Romance, queste cuffie prestano grande attenzione alla gamma media. Non si può negare la sprezzante assonanza nei testi di Gerard Way e il ringhio mentre lamenta la perdita dell’individualismo adolescenziale.

Ogni potente nota di basso è pesante e sfumata; dalle profondità più basse quando la bacchetta colpisce il modo in cui il suono si disperde e sfuma nel palcoscenico, puoi distinguere numerosi strati del suono in cui le cuffie meno talentuose farebbero fatica.

All’altra estremità dello spettro sonoro, queste cuffie mantengono una gestione controllata e misurata degli acuti.

I vocalizzi svettanti in Now We Are Free(opens in new tab), dalla colonna sonora de Il Gladiatore(opens in new tab) di Hans Zimmer e Lisa Gerrard, sono di vasta portata senza alcun accenno di suono fragile o sfacciato.

In modo dinamico, queste cuffie possono subire variazioni di intensità nel loro passo. Dalla batteria e dagli archi più silenziosi che si alzano quando la canzone inizia ai toni rochi e vigorosi dell’idioglossia di Lisa Gerrard (il suo linguaggio inventato) che riempiono lo spazio, queste cuffie effettuano transizioni fluide permettendoti di immergerti davvero nella tua musica.

Ma mentre queste cuffie hanno un suono piacevole, le loro rivali sono un chiaro passo avanti. Il WH-1000XM3 (e il più recente WH-1000XM4) hanno un basso più terroso e una maggiore comprensione, mentre il PX (e il più recente PX7) hanno un migliore senso del ritmo e della dinamica.

Verdetto

I QuietComfort 35 II sono estremamente efficaci in un modo tipo Ronseal: l’eccellente cancellazione del rumore mantiene tutto ciò che ti circonda silenzioso e sono eccezionalmente confortevoli. Da questo punto di vista sono imbattibili e, per molti regolari lungo raggio, saranno i fattori più importanti.

Ma queste cuffie Bose non sono il miglior suono del loro genere, con le Sony in particolare che offrono livelli simili di cancellazione del rumore e comfort con un ulteriore aiuto di musicalità. Ora supportano anche l’Assistente Google.

Tuttavia, se sei felice di sacrificare quell’ultimo pizzico di abilità sonora in nome di un maggiore comfort, il Bose QuietComfort 35 II potrebbe benissimo essere l’eliminazione del rumore per te.

Leonardo
Ho 20 anni, sono un consulente SEO e prima ancora un appassionato di tecnologia ,sono uno scrittore di contenuti profondamente interessato all'industria dei giochi